Nella valigia del 2010:

Ho immaginato il mio cuore come una valigia, spaziosa ma non troppo. Una valigia per un weekend lungo, il 2011. E così, ci ho messo dentro tutte quelle cose che del 2010 mi sono assolutamente servite, tutte quelle cose di cui non posso proprio più fare meno, il necessario insomma e qualche sfizio, ma solo un paio.

-I vecchi rapporti che tornano ad essere quello che sono sempre stati, meravigliosi. Come con la Matty.

-La campagna vendite estiva con la Gio, mazzo tanto,risultato? Superare ampiamente le proprie aspettative!

-Le litigate con la Virgy perche ci uniscono sempre di più.

-Tutte le persone nuove, che ho conosciuto in questi mesi perchè ho capito che stare bene con gli altri mi viene facile.

-Le esperienze terrificanti come una in particolare, quest’estate, che nonostante dire obrobriosa sia poco, mi ha dato una botta in testa e mi ha apero gli occhi. Anche se ad essere sinceri, se avessi potuto scegliere non so se la rifarei, ma la mettiamo nel sacco per non dimenticarci in futuro che cosa evitare.

-L’essere onesti con se stessi prima di tutto e con gli altri poi perchè anche se non da risultati immediati nel tempo paga. 

-Il mio nuovo colore di capelli, red head!

-Le cene da Armando, il bagno di notte nella piscina dell’hollywood, le serate da 404 a Parigi, tutti gli spostamenti deliranti a Milano (sempre con Pavans), la mia giornata di vacanza in sardegna in barca e la sfilata all’Alterego.

– Tu, perchè se rimasto lo stesso di quando avevi 15 anni, perchè mi fai ridere fino alle lacrime, divertire come quando andavamo allo student,  e ribollire il sangue nelle vene come nessuno. Il resto? Non conta.

xoxo

M.

Annunci