Quei 2/3 giorni dell’anno:

Succede sempre, tutti gli anni. Di media 2/3 volte ogni 365 giorni. A volte qualcuna in più, altre (fortunatamente) qualcuna in meno. Capita che mi sveglio con una luna nera piazzata sopra il cranio. Con un gufo piantato sopra l’emisfero destro del cervello ed ancorato con gli artigli ai capelli arruffati delle sette di mattina. Non c’è verso la giornata rotola rovinosamente, ogni piccola cosa sommata ad un’altra piccola cosa diventa un’unica enorme massa informe che trova posto tra le scapole. Chili e chili di orrendo nervosismo, incollato all’epidermide, incastrato in ogni più piccolo poro della pelle. 24 ore in cui sono un cumulo di nervi tesi e vorrei mangiarmi ogni essere vivente che si trova nel mio raggio d’azione. 

Ancora 67 minuti e torno me stessa.

xoxo

M.