PariS

Il casino. Si, si il delirio più totale. Un treno notturno con mille vite dentro, vite distanti anni luce dalla tua. Cento chili di valigie. E poi dentro non c’è niente più che il tuo lavoro, un lavoro che è parte di te, che racconta attraverso immagini e la superficialità di un oggetto le tue sfumature più profonde, il tuo punto di vista, il tuo sentire più istintivo, quello più autentico.

Poi arrivi a Parigi la mattina presto, sali in taxi e sfrecci lungo la Senna e non esistono colori differenti dai grigi caldi. E tutto è al suo posto, dove l’hai lasciato qualche mese fa. Ti accoglie di nuovo con le sue braccia enormi, piene di macchine, di traffico e di gente. E , mentre passeggi con i sensi accesi tra le vie del Marais, senti che vorresti prendere il tuo cuore, rimasto nel punto da dove sei partita, e farlo sentire a casa come ti senti tu, in un posto del mondo come questo.

Enjoy Paris.

xoxo

M.

Annunci