Stanno succedendo talmente tante cose negli ultimi giorni che dargli una sequenza logica diventa un’improbabile impresa. Eppure non mi sento a bordo di un treno lanciato ad alta velocità in corsa folle verso la provincia di “Chissadove”. Da quel treno ci sono saltata giù per scelta ed è uno di quei mezzi di trasporto sul quale non ho la benchè minima intenzione di risalire. Certo la meta rimane comunque un’incognita ma non importa dove stai andando l’importante è come ci arrivi. Sarà un luogo comune ma è reale. Mi va di scegliere, di decidere, di pensare e di assaporare ogni più delicato gusto offerto dalle conseguenze che comportano le mie posizioni. Perchè? Perchè mi fa stare bene. La cosa più semplice del mondo, talmente semplice da saperla perdere con altrettanta facilità, come un mazzo di chiavi. Perchè non è sempre vero che diventare adulti e consapevoli sia solo una palla, una fonte di terribili angosce e disarmanti agonie. Cazzata. Qualche volta, o azzarderei anche uno “spesso”, ti consente di fare la scelta più giusta ed azzeccata per te stessa.

Quella che ti regala poi delle meravigliose sorprese ed uno stato di benessere impagabile.

Buona Notte

M.

Annunci