Post di riscaldamento

maja-salamon-outdoors-shoot-2014-02-774x1200maja-salamon-outdoors-shoot-2014-01-774x1200maja-salamon-outdoors-shoot-2014-04-774x1200

Cosa volete che vi dica, a me d’estate non mi viene. Non mi viene di scrive, di raccontare, di spiegarmi e svelarmi attraverso le parole. Mi vengono mille altre cose, ma a scrivere si fa fatica. Mi viene di vivere di più, di prendermi un pò meno sul serio, di rimandare le preoccupazioni a giorni postumi. Tra le attività che prediligo poi per la calda stagione c’è quella di stravolgermi la vita, di camminare scalza, di prendere persino un paio di chili, di far la nomade vagando di paese in paese per vedere mille posti diversi, più sono meglio è. Mi viene voglia di riempire la valigia di libri da scegliere ogni giorno in base all’umore come fossero un vestito. Di ascoltare le storie degli altri, di bere l’acqua salata e di annusare il profumo di pini marittimi. E poi d’estate compio gli anni, divento ogni agosto più vecchia ed anche se è poco elegante non posso fare a meno di tirare le somme, di fare conti e confronti scavando nel mio passato per vedere che persona sono diventata. Colpa del mio cervello che è rimasto ancorato ai 17 anni, ai tempi della scuola, quando l’inizio dell’anno corrispondeva al mese di settembre e ci si preparava per riprendere le lezioni un pò più grandi, saliti di livello nella scalata delle classi del liceo. Per recuperare i debiti, per ripartire da dove eravamo rimasti. Ecco, nella mia testa sono rimasta ancora un pò liceale, considerando questa dimensione temporale come il punto di partenza per un nuovo inizio. Ed anche se Settembre non è ancora arrivato, stasera sento che è alle porte. Vuoi per il clima atipico di questo mese, vuoi che mi sento ispirata per un post di riscaldamento.

XXX

M.

PHOTO CREDIT: Field of Dream – ELLE POLAND photograpy: Agata Pospieszynska

Annunci